Regole generali

Esistono delle regole generali per fare fotografie?
Dal mio punto di vista, essendo un hobby e non un lavoro, la regola principale è “divertirsi”.

Per quanto riguarda le foto a paesaggi e natura in genere (animali, fiori, ecc...), il bello è il viaggio e la ricerca. Andare a caccia di posti suggestivi, imparare ad osservare determinati particolari, porta a realizzare scatti molto soddisfacenti e a creare un proprio stile personale, che col passare del tempo si noterà sempre più, perché ognuno di noi ha delle preferenze di luci, posizioni, inquadrature ed altri particolari che si ritroverà inconsciamente a cercare dappertutto!

Natura Varie 042Natura Varie 148Tazze

Per quanto riguarda modelli e modelle, facendo scatti con gente “comune”, che cioè non fa questo di mestiere, soprattutto le prime volte è un po’ difficile.


Avere una persona che immortala ogni tuo movimento, o peggio cercare di forzare un’espressione, è davvero molto difficile; soprattutto le prime volte, c’è un po’ di soggezione da entrambi i lati dell’obbiettivo. Per questo preferisco di gran lunga fotografare gente con cui ho più confidenza, c’è più complicità e di conseguenza ci si diverte molto di più.

Bi 096

L’espressione del viso è fondamentale. Ognuno di noi ha delle espressioni “standard” che sono difficili da modificare, ma per non avere tutte le foto uguali è ovviamente fondamentale, ma tutt’altro che semplice. Credo comunque che venga più naturale se esiste già un rapporto di conoscenza o di amicizia.

Leti 453x2

Anche le inquadrature devono essere fatte in diversi modi, proprio per trovare il profilo migliore, le luci più adatte e fotografare caratteristiche uniche per ogni individuo, che vanno osservate prima di cominciare gli scatti.

FrancescaC 104

Fotografie al chiuso

Le fotografie fatte al chiuso, in studio o comunque in ambienti più scuri, sono un po’ più “personalizzabili”, in quanto si possono utilizzare diverse fonti di luce: quella naturale, ad esempio, proveniente da una finestra, oppure utilizzare luci, faretti e flash per ottenere i più svariati effetti. Di seguito, ad esempio, un paio di scatti realizzati con luce naturale proveniente da una porta.

Leti 353Ge 155

Al chiuso, se non utilizziamo fonti di luce naturali, abbiamo molto più tempo di fare prove senza che gli eventi atmosferici modifichino troppo i parametri degli scatti. Inoltre, riusciamo ad ottenere un miglior bilanciamento del bianco, utile ad ottenere più fedeltà nei colori, senza dover lavorare troppo sui RAW.

Molto interessante la possibilità di utilizzare un fondale, che sia un muro vuoto o un telone, per avere un fondo uniforme. Nel caso del telo, utilizzandone uno grigio o nero si riescono ad esaltare i colori, si evidenziano eventuali tratti del viso o del corpo e, con delle luci adatte e una buona impostazione della luminosità, ad ottenere effetti particolarmente suggestivi, come chiaroscuri ed ombreggiature. Utilizzando un flash esterno, piazzato ad uno dei lati del soggetto, e scattando con una focale chiusa, questo effetto è ancora più accentuato; anche se più difficile da gestire, i risultati possono essere molto interessanti.

Nicole 187Leti 875GiuliaCordo 190

Viceversa, con un telo od un muro bianco di fondo, si riescono ad ottenere altri effetti, in particolare quello di silhouette, molto suggestivo e divertente se eseguito con vestiti particolari, in posizioni particolari, con un ventilatore che fa svolazzare i capelli, o ancora per esaltare le forme del soggetto, che sembrerà disegnato.

Vale 239Vale 246

Soprattutto con foto fatte in studio o al chiuso, gli obiettivi a focale fissa, quali il 35mm, il 50 o l’85 o superiori, danno il meglio di sé, specie se particolarmente luminosi. Il numero di particolari che vengono catturati e la qualità ottenuta regalano parecchie soddisfazioni.

Ge 279Ge 204

Ovviamente, tanto dipende dalla disponibilità e dalla naturalezza della modella, ma superato un po’ di imbarazzo iniziale sarà tutto in discesa!

Fotografie all'aperto

Le fotografie all’aperto sono state fatte in maggioranza con un obbiettivo 18-200 e impostazioni automatiche, salvo rari casi di controluce o effetti ricercati.

Vale 134SaraC 489FrancescaC 014

Il sole varia spesso, specie nelle giornate afose o nuvolose; questo richiede di cambiare continuamente i parametri in modalità manuale, ma certe volte si rivela necessario. Utilizzando la modalità automatica, il risultato sono scatti con diverse luminosità e soprattutto diverse temperature, in quanto la fotocamera calcola il punto di bianco ed i colori a seconda della luce incanalata dall’obbiettivo. Utilizzando però i file in modalità Raw in software quali Photoshop o Lightroom, è possibile variare questi parametri ed arrivare a risultati ottimali senza troppa difficoltà.

GiuCeci 102

Attenzione ad utilizzare vestiti con colori particolarmente vivaci o fluo: il risultato saranno colori sballati o il vestito stesso piuttosto slavato. In questo caso è necessario utilizzare parametri manuali, ma anche così è difficile arrivare ad un risultato accettabile; sarebbero da evitare, per foto in esterni, oppure da ritoccare cromaticamente in maniera più pesante con un programma di fotoritocco.
Molto suggestivo anche virare la foto in bianco e nero e lasciare dei particolari colorati; questo risultato si ottiene facilmente con un paio di livelli in Photoshop, dopo aver contrastato in maniera ottimale luci e ombre. Questa modifica va fatta secondo i gusti personali; a qualcuno piacciono molto i bianco e nero molto contrastati, mentre altri preferiscono più dettagli.

SaraC 113Elenina 015

È utile, specie per le foto a colori, utilizzare contrasti accentuati: in un prato verde risalteranno molto vestiti con colori caldi, mettendo in risalto il soggetto.

GiuCeci 053

Altro particolare da tenere in considerazione, accessori quali cappellini di paglia o comunque intarsiati lasceranno passare quel tanto di luce che serve a creare “disegni” sul viso della modella, così come abbigliamenti con pizzo lo faranno sul resto del corpo.

Leti 126

È anche consigliabile utilizzare uno zoom accentuato (un 100mm o superiore) per fare foto a pelo d’erba ed avere un bell’effetto sfocato intorno al viso/corpo.

SaraC 440